Dodana: 14 styczeń 2009 13:07

Zmodyfikowana: 14 styczeń 2009 13:07

Tutela dell’ambiente

Il Voivodato di Podlaskie occupa un'area di oltre 20.000 km2, pari a circa il 6,5% della superficie della Polonia. La Regione è caratterizzata da uno straordinario patrimonio naturalistico, supportata dall’elevata sensibilità ambientale dei suoi abitanti. A testimonianza di quanto sopra ci sono le grandi aree verdi, occupate per il 19,8% da pascoli, un altro 3,0% da terre incolte (principalmente palustri), la presenza di laghi e laghetti occupano un ulteriore 3,0% della superfice. Ci sono, inoltre, altri terreni boschivi che, secondo una stima della Direzione Regionale Risorse Forestali dello Stato, occupano il 29,2% della superficie della regione. In totale, più del 50% della superficie del Voivodato ha un habitat naturalistico incontaminato. Si sono conservate intatte molte aree silvestri come la Foresta Białowieska, Knyszyńska e Augustowska, la valle di Narew, area paludosa con il sistema di molti trogoli fluviali, la valle del fiume Bug, di grande valenza paesaggistica, le paludi di Biebrza, uniche per morfologia dei suoi elementi in tutta l’Europa Centrale, ed anche il paesaggio postglaciale molto pittoresco a nord della regione di Suwałki.

Nel voivodato si trovano tante specie di piante boreali, di flora tipica dell’Europa centrale e occidentale. Il parco ospita oltre 1.000 specie di piante vascolari, (di cui 26 specie di alberi, 55 specie di cespugli, 14 specie di piccole piante arbustive, 37 specie di polipodiofite, 300 specie di briofite ed epatiche, oltre 350 specie di lichene e circa 3.000 specie di funghi. Una attenzione particolare merita il gruppo di alberi composto da 20 specie, tra cui dominano il pino e l'abete.

Anche il patrimonio faunistico è molto ricco. Nel parco vivono oltre 60 specie di mammiferi, oltre 260 specie di uccelli, 7 specie di rettili, 12 specie di batraci, 27 specie di pesci ed oltre 9.000 specie d'insetti. Di particolare rilievo è la presenza del bisonte, che vive nel suo habitat naturale delle Foreste Knyszyńska (15 capi) e Białowieska (300 capi). Merita attenzione anche il più grande rappresentante dei roditori, il castoro (circa 10.000 esemplari), attualmente presente su una vasta area del voivodato. Il parco ospita anche specie di uccelli molto rari, prossimi all’estinzione in Polonia e nel resto dell’Europa (l'urogallo, il fagiano di monte, il falco pescatore, il pagliarolo). Piuttosto numerosa è la popolazione della cicogna bianca; nella regione si stima la presenza di circa 6.000 coppie.


Quasi il 32% della superficie del voivodato è soggetta, con modalità diverse, a tutela ambientale, elevando il voivodato podlaskie ai primi posti per la sua politica ambientale tra le regioni polacche. Qui troviamo:

  • 4 parchi nazionali: Białowieski, Biebrzański, Narwiański e Wigierski, con una superficie complessiva di 92.031 ettari;

  • 3 parchi paesistici: Parco Paesistico Łomżyński della Valle di Narew, il Parco Paesistico della Foresta Knyszyńska, il Parco Paesistico Suwalski, con una superficie complessiva di 88.084,5 ettari;

  • 85 riserve naturali a superficie complessiva di 14.015 ettari;

  • 15 aree a tutela paesaggistica, con una superficie complessiva di 471.761 ettari,

  • 249 sistemi ecologici di superficie complessiva pari a 3.085 ettari;

  • il sistema paesistico naturale di superficie complessiva di 60 ettari;

  • 2 posti di documentazione sulle formazioni geologiche, con una superficie complessiva di 0.6 ettari;

  • 2.038 monumenti sulla natura.

facebook